Articoli correlati ‘android’

Microsoft Office base gratis per dispositivi mobile

6 novembre 2014

 

 Microsoft Office base gratis per dispositivi Apple ed Android
office_15

 

 

Stupisce la decisione di microsoft. Da oggi la versione base del pacchetto Office di Microsoft per iPad, iPhone e dispositivi Android sarà gratuitamente a disposizione di chi vorrà scaricarlo. Per chi volesse invece acquistare il pacchetto completo (Office 365) il prezzo da pagare sarà di 120 euro (80 euro per studenti).

E’ una mossa a sorpresa quella decisa dal colosso di Redmond, che decide così di metter gratuitamente a disposizione dei consumatori Word, Excel e PowerPoint, oltre che una conferma della strategia del nuovo amministratore delegato, Satya Nadella (nella foto), che non ha finora fatto mistero del suo obiettivo di conquistare il mercato mobile, quello dei tablet e degli smartphone.

Soltanto ieri Microsoft aveva annunciato la nuova alleanza con Dropbox per integrare in Office l’app che fornisce spazio per conservare dati in cloud, le cui funzioni saranno tra l’altro integrate anche nella nuova App di Office per i dispositivi mobili.

Ebay Widget per Android sul Play Store di Google

11 maggio 2013

Disponibile sul Play Store di Google il nuovo Widget di eBay

ebay

Tra i vari widget che possiamo aggiungere alle pagine del nostro smartphone Android adesso troviamo anche quello di eBay.

Si può scaricare dal Play Store di Google, e si chiama proprio eBay Widget. Il componente aggiuntivo è gratuito e si integra con l’applicazione di eBay già installata.

Avrete due widget che potrete aggiungere: il primo contiene in una striscia orizzontale il collegamento diretto per aprire l’applicazione, e poi collegamenti che portano ad il mio ebay, categorie e vendi. Il secondo invece è quello delle offerte del giorno, scelte e pubblicate da eBay in una categoria separata.

L’applicazione funziona a dovere, non ha un consumo eccessivo di batteria, ed è molto reattiva (provata su galaxy note e xperia u).

Un plauso agli amministratori della baia che continuano a portare innovazione ed integrazione per i nostri smartphone.

Htc One sbarca in Italia. In arrivo Mini One?

3 maggio 2013

Uscito ufficialmente in Italia il nuovissimo Htc One. Concorrente di Samsung S4 e iPhone 5. In arrivo un HTC One più piccolo?

htc one

htc one

Ufficialmente arrivato in Italia il nuovo HTC One. Con questo dispositivo la casa coreana vuole sbaragliare la concorrenza. Un dispositivo dal design ricercato, con un potente processore Qualcomm Snapdragon da 1.7 ghz. A completare questo fantastico dispositivo abbiamo 2 gb di ram ed android 4.1.2.

Attualmente il dispositivo più potente, secondo varie importanti testate sul web, è proprio HTC One! Nei vari benchmarch è risultato essere il più potente ed efficiente. Samsung Galaxy S4 ed iPhone 5 quindi, sono avvertiti.

Attualmente l’unico rivenditore ufficiale dove è possibile prenotarlo in Italia è Marcopoloshop, ma è già possibile trovarlo in alcuni store online (tipo amazon).

Arrivano indiscrezioni da Evleaks HTC secondo un presunto Htc One mini. Il progetto dovrebbe essere già ultimato, con nome M4 e si tratta di un dispositivo da 4,3 pollici con 1 gb di ram e processore dual core. Sembra che Htc voglia ripercorrere la strada di Samsung con S3 Mini. Per il colosso Samsung non si rivelò una buona scelta in quanto il dispositivo non è mai decollato nelle vendite. Staremo a vedere se Htc saprà fare di meglio.

Google Play compie un anno, sconti per festeggiare

6 marzo 2013

Lo store Google Play spegne oggi la sua prima candelina: ecco le applicazioni, i giochi e i contenuti multimediali messi in offerta per festeggiare.

google play logo

google play logo

Un anno fa lo store Android Market si faceva da parte per lasciare spazio al nuovo Google Play, una piattaforma voluta da bigG per affiancare alla distribuzione di applicazioni e giochi per dispositivi Android quella di film, musica e libri. Oggi il progetto spegne la sua prima candelina, consapevole di aver raggiunto i risultati sperati e mettendo a disposizione degli utenti una serie di contenuti gratuiti o a prezzo scontato.

Le offerte sono tutte raccolte all’interno di una pagina comparsa sulla versione inglese del portale, ma alcune riguardano anche gli utenti nostrani. Non è da escludere che nella giornata di oggi, oppure nelle prossime, bigG possa mettere online la stessa iniziativa anche sullo store italiano. Ecco dunque tutte le applicazioni, i giochi e i contenuti multimediali scontati o messi a disposizione gratuitamente per festeggiare i primi dodici mesi di vita di Google Play. Tra questi anche due brani delle band Velvet Underground e LCD Soundsysten.
Fancy: 15% di sconto sugli acquisti (disponibile solo negli Stati Uniti);
Gyft: 10 dollari extra (disponibile solo negli Stati Uniti);
Hotels.com: 10% di sconto sulla prenotazione (per un periodo di tempo limitato);
Yumby Smash: un personaggio extra creato per l’occasione;
Gnome Village: location inedita per l’evento;
Royal Revolt: nuova mappa e sconto del 50% sugli acquisti ingame;
Velvet Undergrount “Sweet Jane” (brano musicale, gratuito solo negli USA);
LCD Soundsystem “All my friends” (brano musicale, gratuito solo negli USA);
Breaking Bad: episodio pilota gratuito (disponibile solo negli Stati Uniti);
Kung Fu Panda: sconto del 50% (disponibile solo negli Stati Uniti);
Morgan Rice “A Quest of Heroes” (libro, gratuito solo negli USA).

Una delle prossime novità riguardanti lo store virtuale di Mountain View potrebbe essere rappresentato dall’esordio delle gift card in Europa. Se ne è parlato all’inizio di questa settimana, quando sul sito ufficiale sono comparsi i tagli delle schede che con tutta probabilità verranno commercializzate a breve nel Regno Unito: 10, 25 e 50 sterline. Queste, una volta acquistate, permetteranno agli utenti di riscattare online un credito equivalente per l’acquisto di app o altri contenuti.

Novita’ per hi-tech, da Apple a Microsoft e Google

2 gennaio 2012

I tre colossi si preparano a sfornare nuovi servizi e apparecchi

Un televisore ‘tutto’ Apple, l’iPad 3 e l’iPhone 5, Windows 8 e Office 15, i nuovi ‘Winfonini’ Nokia-Microsoft, smartphone, ma soprattutto tablet, con Android 4.0 e nuove applicazioni e servizi sulla ‘nuvola’ di Internet. Dovrebbero essere queste, secondo indiscrezioni, previsioni, annunci e gossip vari, le principali novita’ del 2012 di Apple, Microsoft e Google. Eccole in breve.

– APPLE. La mela morsicata ci ha ormai abituato a un nuovo iPad e iPhone all’anno e il 2012 non fara’ eccezione. Tanti i ”rumors” che danno quasi per certo l’arrivo dell’iPad 3 per il compleanno di Steve Jobs, che il prossimo 23 febbraio avrebbe compiuto 57 anni. Secondo voci e notizie, basate anche sui componenti gia’ in produzione, circolate su Internet, il nuovo tablet dovrebbe avere le stesse dimensioni dell’iPad 2 (anche questa volta niente ‘mini’), pero’ con un profilo decisamente piu’ sottile e dovrebbe mantenere il tasto ‘home’ che alcuni davano per spacciato. Sul fatto che l’iPhone del prossimo anno dovrebbe essere il 5, ci sono pochi dubbi. Blog specializzati parlano di un melafonino completamente ridisegnato, con un guscio posteriore in alluminio come l’iPad e un’antenna che ne circonda completamente il bordo, protetta da una striscia di gomma contro eventuali corti circuiti provocati dal contatto con la mano. Arrivera’, sono quasi tutti d’accordo, in autunno. Altra grossa novita’, ‘quasi’ certa, e’ il televisore con cui Apple intende ”rivoluzionare il modo in cui vediamo la tv” e che dovrebbe arrivare prima o dopo l’estate, in tempo quindi per le Olimpiadi 2012 oppure per la stagione natalizia. Le consuete fonti della componentistica asiatica sostengono che la tv avra’ tutte le funzionalita’ dell’iPod, sara’ full HD (ma non ‘touch’) e in due ‘taglie’, da 32 e 37 pollici. Il chip dovrebbe essere Samsung, lo schermo LCD, Sharp. Dovrebbe arrivare anche un nuovo ”decoder” Apple Tv, con le stesse funzioni del televisore.

– MICROSOFT. Grande attesa per la presentazione al CES di Las Vegas, l’ultima del colosso di Redmond alla fiera mondiale dell’elettronica (Apple vi manca ormai da oltre un decennio), dove il CEO Steve Ballmer dovrebbe annunciare tutta una serie di novita’ 2012. Tra queste, le date del lancio di Windows 8 e Office 15 che dovrebbero contribuire al rilancio del pc ”reinventato” nella nuova categoria di superportatili ultrasottili, gli UltraBook, ‘targati’ Intel (che ad aprile, tra l’altro, si arricchiranno di un nuovo processore piu’ potente). Ma l’anno che viene per Microsoft e’ molto importante anche nel settore Mobile. Intanto il negozio online Windows Phone Marketplace sta crescendo e ha appena superato le 50 mila applicazioni, un buon risultato ma ancora lontano dall’App Store e di Android. Con Nokia la casa di Redmond dovrebbe poi realizzare un nuovo ‘Winfonino’, forse il Lumia 900, con nuove funzionalita’. E magari un tablet. ‘Voci di rete’ danno anche per certo anche l’arrivo del primo importante upgrade per il sistema operativo del Windows Phone (nome in codice Tango), con nuove funzioni e servizi. Microsoft, nel 2012, continuera’ sicuramente a puntare anche sulla sua Xbox 360, che ha appena guadagnato otto nuovi canali di contenuti multimediali, per trasformarla nel ‘media center’ dei nostri salotti. Aspirazione, questa, condivisa pero’ un po’ da tutti, a partire da Apple, Sony, Google e Nintendo.

– GOOGLE. Con l’arrivo di Android 4.0 il 2012 si annuncia ricco di nuovi telefonini intelligenti ma soprattutto di tablet, a partire da un sette pollici Full HD da 100 dollari, che al momento si puo’ acquistare solo online dalla Cina. Intanto i telefonini Android continuano ad andare alla grande e solo nel week-end natalizio negli Usa ne sono stati venduti e attivati ben 3,7 milioni (6,8 mln sommando anche gli apparecchi Apple). Grande successo anche per le applicazioni Android, se ne scaricano a milioni dal negozio online. Ma Apple continua ad avere il predominio sulla vendita di contenuti e, solo negli Usa, il 92% degli acquisti Mobile e’ generato attualmente da iPhone e iPad. Google continua ad operare a 360 gradi sulla ‘nuvola’ di Internet, con cui fornire servizi agli utenti. Molte le novita’ attese, per il social network Google+ – ancora ben lontano, pero’, dai numeri di Facebook – e per le applicazioni online ‘Google Apps’. Con Google Tv la Internet Company punta sempre piu’ ai salotti di casa, mentre Google Wallet, il sistema di pagamento con i cellulari, sta crescendo come servizio anche grazie ai cellulari Android. Ma sono in arrivo anche novita’ sul motore di ricerca, con nuovi sistemi di risposta piu’ semplici e diretti che, secondo gli analisti, daranno in via a una mini-rivoluzione nella realizzazione delle pagine web.

Assange: ecco chi ci spia

2 dicembre 2011

[ad code=1 align=center]

LONDRA – Siamo tutti facilmente spiabili. Tanto che, forse, sta gia’ accadendo. E’ l’ultimo inquietante scoop messo a segno da WikiLeaks in partnership con il Bureau of Investigative Journalism (BIJ) e Privacy International, organizzazione britannica che si batte per il rispetto della privacy. Una pletora di societa’ private sparse per il mondo, Italia compresa, e’ infatti in grado di offrire, spesso al miglior offerente, tecnologie capaci di monitorare email, sms e telefonate ”di un’intera popolazione”. Sistemi che – se consegnati agli aguzzini di spietati regimi – possono essere letali ”quanto un proiettile”. ”Nel corso degli ultimi 10 anni”, ha detto Julian Assange durante la presentazione dell’inchiesta, soprannominata SpyFiles, ”e’ fiorita un’industria internazionale che fornisce ai servizi segreti degli stati equipaggiamenti capaci di sorvegliare masse di persone. Quelle aziende ora stanno esportando i loro prodotti in giro per il mondo in modo incontrollato”. Assange e gli altri hanno rintracciato quanto piu’ materiale possibile per identificare i nomi di queste societa’ e descrivere in dettaglio i ‘servizi’ che sono in grado di offrire. Ecco allora spuntare i nomi di 130 aziende basate in 25 paesi: insieme si spartiscono un business che vale 5 miliardi di dollari. Ma i cittadini comuni ne sanno poco o nulla. Gli agenti commerciali di questo Grande Fratello reticolare illustrano infatti i loro prodotti in fiere specializzate dove, spiega il BIJ, ”la gente comune e la stampa non e’ ammessa”. Si tratta di strumenti avanzatissimi, che sembrano tratti da un film di Hollywood. Invece sono veri e pronti sul mercato. ”Societa’ di sorveglianza come l’americana SS8, l’italiana Hacking Team, o la francese Vupen producono virus Trojans in grado di assumere il controllo di computer e cellulari – incluso iPhone, Blackberry e Android – registrando ogni uso, movimento e persino immagini e suoni della stanza in cui si trovano”, spiega Assange. In pratica, taglia corto il boss di WikiLeaks, ogni cellulare diventa ”una microspia che in piu’ e’ anche in grado di telefonare”. ”Spero – ha concluso – che la pubblicazione di questo materiale faccia capire che tutti siamo spiati. Non e’ una minaccia teorica, che puo’ verificarsi in un remoto futuro: sta accadendo oggi, e coinvolge ognuno di noi”. ”E’ importante che questi equipaggiamenti siano usati solo in casi molto ristretti e in modo proporzionato”, spiega Eric King di Privacy International. ”Non e’ il caso della Siria. In un paese dove non c’e’ lo Stato diritto queste tecnologie diventano strumento di controllo politico”. ”I documenti – dice Ross Anderson, professore in security engineering all’universita’ di Cambridge – rivelano l’esistenza di un’industria dedicata alla sorveglianza di massa e non impegnata a fornire legali strumenti d’intercettazione. Sono strumenti che permettono ai governi di registrare e analizzare email, chat e sms della gente allo stesso modo in cui Google permette di scandagliare il web”.

[ad code=1 align=center]

Foto

Software spia su smartphone Android

1 dicembre 2011

La scoperta di un programmatore Usa, registrati anche gli sms

Dopo l’iPhone, potrebbero finire sotto la lente della privacy gli smartphone che adottano il sistema operativo Android, oramai molto diffuso soprattutto negli Stati Uniti. Trevor Eckhart, un giovane programmatore americano, avrebbe scoperto in milioni di dispositivi con Android la presenza di un software sviluppato dalla societa’ americana ‘Carrier IQ’ che registra segretamente la pressione dei tasti, la locazione geografica del terminale e i messaggi ricevuti dagli utenti.

foto